schema dati strutturati

Cosa sono i dati strutturati?

18 Nov 2019    Giacomo Marzolla    27 Nov 2019 11:42 am

I dati strutturati sono dei semplici meta dati pensati per i motori di ricerca.

I principali motori di ricerca (Google, Bing, Yahoo) hanno lavorato per creare schema.org, uno standard approvato da W3C per applicare i dati strutturati. Attenzione ci tengo a precisare che i dati strutturati non sono un segnale di ranking.

Ma quali benefici portano i dati strutturati?

Il beneficio più evidente è la comparsa dei rich snippet, sono un arricchimento di informazioni all’interno dei risultati su una ricerca effettuata esempio su Google.

Un risultato ricco d’informazione sicuramente è più invitante da cliccare rispetto ad un risultato classico, inoltre ci sono benefici in ambito locale se si comunica correttamente nome, indirizzo e numero di telefono, per questo a mio avviso tutte le attività locali dovrebbero utilizzare i dati strutturati.

Ci sono dei benefici meno evidenti ma altrettanto importanti, i dati strutturati informano i motori di ricerca su cosa trattano le pagine e il sito nel suo insieme; in questo modo i motori di ricerca riescono a comprendere meglio e a categorizzare correttamente il sito web.

Come funzionano i dati strutturati?

Il markup di Schema.org presente nel codice della pagina, comunica il significato ai programmi che la leggono es. gli spider dei motori di ricerca, questo perché i programmi hanno bisogno di aiuto per comprendere il significato del contenuto.

Sul sito schema.org è possibile osservare tre diversi modi per implementare i dati strutturati (Microdati, RDFa, JSON-LD), personalmente ho utilizzato:

Tramite Microdati inseriti all’interno dei tag HTML.

Il metodo RDFa è del tutto simile ai Microdati.

Utilizzando il formato JSON-LD

Qui la scelta è totalmente affidata allo sviluppatore che può scegliere liberamente tra i tre formati disponibili per implementare i dati strutturati.

Il formato Microdati/RDFa se desideri utilizzare il markup esistente nella pagina, mentre il formato JSON-LD lo puoi utilizzare se desideri staccarti dal markup della pagina è inserirli separatamente all’interno della pagina.

Come usare Schema.org ?

Il markup semantico è stato progettato per aiutarti a fornire significato e chiarezza sui contenuti del tuo sito. Pensa a oggetti tangibili come a delle entità, es. sei un fornitore di ricambi per auto, il tuo sito avrà diverse pagine dedicate a filtri, olio, candele ecc.

Il primo passo è cercare nel catalogo schema.org quelle che sono le entità che meglio rappresentano le pagine del tuo sito. In basso è un esempio per la tipologia libri, vedrai una tabella di proprietà, sono un insieme di caratteristiche che descrivono in modo univoco un’entità.

esempio proprietà dell'entità libro

Ogni proprietà ha un nome, un experted type che indica se la proprietà di riferimento può avere un valore testuale (es. nome), oppure rappresenta una tipologia e quindi è più complessa, devi immaginarla come un’entità assestante e una description che appunto descrive la proprietà.

Es.  la proprietà illustrator, non contiene il nome dell’illustratore, ma fa riferimento all’entità persona, utilizzando la definizione presente https://schema.org/Person contiene le proprietà che fanno riferimento all’entità persona.

Tieni presente che quando inizi a visitare le varie tipologie di entità su Schema.org per modellare la tua entità, la scelta migliore è quella di puntare su quella più specifica possibile, es. scegliere ristorante invece di attività locale commerciale che è più generica.